Prestiti per dipendenti

Prestiti personali e cessione del quinto

Dipendenti Poste

I dipendenti di Poste Italiane possono richiedere dei particolari prestiti agevolati, garantiti dall’ex gestione Ipost oggi confluita nell’INPS, divisi tra piccoli prestiti fino a massimo 8 mensilità e prestiti pluriennali fino a 10 anni.

Inoltre i dipendenti postali possono sempre richiedere prestiti personali, cambializzati ed online, che in molti casi vengono concessi da banche e finanziarie a condizioni agevolate vista la credibilità e solidità di Poste.

PICCOLI PRESTITI AGEVOLATI DIPENDENTI POSTE

I dipendenti di Poste Italiane e delle società partecipate possono richiedere dei piccoli prestiti fino ad un massimo di 8 mensilità, dietro la cessione della quota cedibile del 20% dello stipendio netto mensile.
Per poterli richiedere sono necessari almeno 2 anni di anzianità di servizio, mentre non è obbligatorio indicare la motivazione della richiesta di prestito. Il tasso d’interesse effettivo, il TAEG è convenzionato al 5% e fisso per tutta la durata del prestito.

Possono essere richieste fino a due mensilità rimborsabili in 12 mesi, fino a quattro rimborsabili in 24 mesi, fino a 6 mensilità in 36 mesi o fino a massimo 8 mensilità rimborsabili in 48 mesi. I dipendenti postali possono rinnovare il prestito dopo 5 mesi dall’inizio del pagamento delle rate per quelli a 12 mesi, dopo 10 mesi per quelli a 24 mesi, dopo 15 per quelli a 36 mesi e dopo 20 mesi per quelli a 48 mesi.

È possibile estinguere il prestito in qualsiasi momento, richiedendo il calcolo degli interessi sulla somma da versare, mentre in caso di perdita del lavoro la parte restante verrà detratta dal TFR o eventualmente passata sulla pensione.

I dipendenti postali per richiedere questo piccolo prestito convenzionato devono presentare presso l’INPS l’ultima busta paga, il proprio documento d’identità ed il certificato stipendiale rilasciato da Poste Italiane, presso le agenzie dell’Istituto di previdenza o tramite il sito internet ed il proprio codice PIN personale.

PRESTITI PLURIENNALI DIPENDENTI POSTE ITALIANE

Oltre ai piccoli prestiti i dipendenti postali possono richiedere dei prestiti pluriennali a condizioni agevolate garantiti dal Fondo Poste, richiedibili soltanto per alcune motivazioni come malattia, calamità naturali, spese sanitarie, acquisto prima casa, etc. il cui elenco completo è scaricabile dal sito dell’INPS.

Per richiedere questo prestito bisogna essere dipendenti di Poste Italiane o delle società controllate ed avere almeno 4 anni d’anzianità di servizio. Il tasso d’interesse è fisso e agevolato al 3,5%, mentre l’importo richiedibile è vincolato alla quota cedibile del 20% massimo dello stipendio netto mensile.

Il prestito pluriennale può essere rimborsato in 60 o 120 mesi, ed è possibile rinnovare quello a 60 mesi dopo 2 anni dall’inizio dei pagamenti, mentre quello a 120 mesi dopo 4 anni. In caso di cessazione del servizio per limiti d’età il prestito verrà passato automaticamente sulla pensione, mentre in caso di perdita del lavoro la parte rimanente del prestito sarà recuperata dal TFR maturato.

È possibile estinguere anticipatamente il prestito a 60 mesi dopo 2 anni dall’inizio del pagamento delle rate, mentre quello a 120 mesi dopo soltanto 4 anni.  I dipendenti postali possono richiedere i prestiti pluriennali inviando presso l’INPS il proprio documento d’identità, il codice fiscale, l’ultima busta paga, lo stato di famiglia, il certificato stipendiale rilasciato da Poste Italiane ed un certificato di buona salute.

I dipendenti postali oltre ai soliti prestiti come i prestiti personali, i prestiti cambializzati ed i prestiti online, possono richiedere dei particolari prestiti INPS garantiti dal Fondo Poste. Si tratta di prestiti pluriennali a 60 o 120 mesi vincolati alla quota cedibile e piccoli prestiti fino ad un massimo di 8 mensilità, erogati con tassi d’interesse agevolati e garantiti anche in caso di cessazione dell’attività lavorativa.

Per richiederli è necessario presentare tutta la documentazione necessaria presso una delle sedi dell’INPS, oppure effettuare la richiesta online tramite il proprio codice PIN personale.

Prestiti per dipendenti © 2016 Frontier Theme