Prestiti per dipendenti

Prestiti personali e cessione del quinto

Cessione del quinto Forze Armate

prestiti dipendenti forze armateNel vasto universo del settore creditizio, il personale impiegato all’interno delle Forze Armate ha l’opportunità, talvolta, di usufruire di apposite offerte e particolari condizioni dovute al proprio status lavorativo. Tra le soluzioni maggiormente utilizzate, quella della cessione del quinto rappresenta un’assoluta possibilità di prestito di facile accesso.

Cos’è la cessione del quinto Forze Armate

La cessione del quinto è una tipologia di prestito personale, consistente nel fatto che l’importo delle rate di restituzione del prestito non possono essere superiori a 1/5 dello stipendio. La durata massima del prestito è di 10 anni (120 mesi) e il contraente non deve aver superato il 90° anno d’età (limite massimo rappresentato dalla categoria dei pensionati). La richiesta di prestito non deve essere accompagnata da alcuna motivazione, quindi questa soluzione è adatta per qualunque bisogno, a prescindere dal fatto che la richiesta avvenga per necessità economica o per compiere acquisti di diverso tipo.

Cessione del quinto Forze Armate: come funziona

I membri delle Forze Armate (e in generale i dipendenti statali, parastatali e i pensionati) sono alcuni tra coloro i quali è riservata questa possibilità. Il quinto dello stipendio, una volta concesso il prestito, viene trattenuto automaticamente dalla busta paga del richiedente, tramite le operazioni dei reparti amministrativi del comando all’interno del quale si presta servizio. Il requisito minimo per personale delle Forze Armate è quello di essere in servizio da almeno tre mesi, quindi non rappresentano alcun ostacolo la presenza di altri finanziamenti attivi o l’eventuale iscrizione nell’elenco ufficiale dei protesti.

Cessione del quinto Forze Armate: le migliori offerte

Sono diverse e variegate le offerte presenti sul mercato circa la Cessione del quinto. Tra gli istituti noti come finanziarie, le offerte migliori sono quelle poste in essere da Compass, Findomestic e Fiditalia. Tra i diversi istituti bancari, offerte da valutare sono quelle rappresentate da IBL Banca, Santander, Intesa San Paolo e Deutsche Bank.

Qualunque sia la scelta, è opportuno tenere a mente l’importanza di diverse componenti contrattuali, su tutte TAG e TAEG. Una corretta analisi delle condizioni può portare ad una scelta ben ponderata e conveniente.

Updated: settembre 27, 2017 — 8:33 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prestiti per dipendenti © 2016 Frontier Theme